giovedì 16 ottobre 2014

Lasagne radicchio e Sangiovese


Questo mese la ricetta che ci ha "costretto" a rielaborare Sabrina non può che aver reso felici le nostre famiglie e i nostri mariti che spesso subiscono, ammettiamolo, le manie di noi foodblogger. Ma questa volta no, perché chi mai resiste a una generosa porzione di lasagne casalinghe? E la ricetta di questa sfida di MTCHallenge ci riporta alla tradizione e ai piatti della domenica fatti con tanta pazienza e amore da mamme e nonne sapienti, sapienza che ci trasmette Sabrina nel suo dettagliato post. 
Io ho scelto un'abbinata ormai collaudata, qui da me, per le sfide salate dell''MTChallenge, insomma, il mio cavallo di battaglia, che mi piace declinare nelle più diverse ricette: radicchio e Sangiovese senza dimenticare gli amati scalogni, che qui siamo in Romagna, non dimentiachiamolo! :-D

Lasagne al radicchio e sangiovese:

per la sfoglia al radicchio:
200 g di farina 0 (più per l'impasto e per stendere),
100 g di farina di semola di grano duro,
40 g di foglie di radicchio tondo di Chioggia,
3 uova.
Lavare, asciugare e tagliare a striscioline il radicchio, lessarlo in poca acqua bollente, strizzarlo bene e frullare. Versare le farine sulla spianatoia, formare una fontana e versarvi le uova e il radicchio, impastare ottenendo una palla omogenea (se serve aggiungere farina), coprire con una ciotola e lasciare riposare una mezz'ora.
Stendere in una sfoglia sottile con il matterello e lasciare asciugare all'aria.

Per la besciamella:
1 l di latte,
80 g di farina 0,
80 g di burro,
noce moscata,
sale.
Scaldare il latte, intanto sciogliere il burro in un pentolino, togliere dal fuoco e unire la farina poco per volta per evitare di formare grumi, aggiungere il latte bollente poco per volta e mescolare bene, rimettere sul fuoco e cuocere sempre mescolando fino al primo bollore, spegnere, aggiungere una grattata di noce moscata e un po' di sale e tenere da parte.

per la salsa al Sangiovese:
250 ml di brodo di verdure (una carota, uno scalogno e poco sedano),
200 ml di vino Sangiovese,
30 g di burro, 
30 g di farina.
Pulire la carota, il sedano e lo scalogno e tagliarli a tocchetti piccoli, metterli in un pentolino, coprire con 250 ml di acqua e portare ad ebollizione, cuocere circa 15 minuti, filtrare il brodo premendo bene le verdure. 
In un pentolino sciogliere il burro, unire la farina, formare una crema (roux) e mescolare con un cucchiaio di legno, fare scurire leggermente, togliere dal fuoco. Scaldare il vino e il brodo, versare un paio di cucchiai di liquido nel roux e mescolare bene, continuare con poco liquido per volta, mescolare bene con una frusta, rimettere su fuoco basso e cuocere fino a bollore perfino per ottenere una salsa cremosa.
Per il radicchio stufato:
una o due palle di radicchio tondo di Chioggia (dipende dalle dimensioni),
3 o 4 scalogni,
mezzo bicchiere di Sangiovese,
olio evo.
In una padella antiaderente scaldare un filo d'olio e stufare a fuoco basso lo scalogno pulito, lavato e tagliato a rondelle, dopo qualche minuto unire il radicchio, lavato, asciugato e tagliato a striscioline, sfumare con il vino e cuocere ancora qualche minuto.


Composizione:

Tagliare la pasta in grossi rettangoli, preparare una ciotola con acqua ghiacciata e uno scolapasta, cuocere i rettangoli in abbondante acqua bollente salata due per volta, aspettare fino alla ricomparsa del bollore, scolarli, raffreddarli nell'acqua ghiacciata e lasciarli asciugare sullo scolapasta, continuare in questo modo. Intanto coprire il fondo della teglia con una cucchiaiata di besciamella e un po' di salsa al sangiovese, ricoprire con la pasta quindi formare i vari strati spalmando la besciamella, la salsa al sangiovese, il radicchio stufato e abbondante parmigiano grattugiato, proseguire con la pasta e così via.
Cuocere in forno già caldo a 180°C per 20 minuti (o 200°C se vi piace la crosticina croccante).
Lasciare riposare qualche minuto prima di servire.


Ecco l'interno della mia lasagna alla Pollock:  ;-P


E l'esterno:



14 commenti:

  1. Uh ma che bella la sfoglia con il radicchio!!! e anche l'accostamento con la salsa al Sangiovese mi piace tantissimo!!!! Baci Flavia

    RispondiElimina
  2. ottimo il ripieno bravissima

    RispondiElimina
  3. Va che sei forte!!!!!
    Una sfoglia al radicchio è una dragata spaziale, grande idea e bellissima lasagna.
    Hai stretto un gemellaggio tra Veneto e Romagna, tra i due io non scelgo......alzo i calici per entrambi, ma soprattutto per te!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Immagino un sapore molto pieno ma assolutamente bilanciato. Bella idea ;-)
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  5. Francy.. da romagnola nonché vicina di casa, posso solo ammirare questa delizia.. ma uno squillo per un invito a pranzo ;-)?? scherzo.. un bacione

    RispondiElimina
  6. Questa versione deve essere buonissima!!!! :-) un bacetto

    RispondiElimina
  7. Veramente ottima questa versione sopra tutto la salsa bravissima preso nota ciaoo e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. Che sapoooooooore!!!! Originalissima! Un bascione e buon we

    RispondiElimina
  9. Bellissima!
    Io ho preparato oggi la mia lasagna per Mtc ed è...al radicchio! Per fortuna gli altri ingredienti sono diversi, ma ora che ho visto la tua so già che sfigurerò!
    Buon weekend

    RispondiElimina
  10. Molto appetitosa questa lasagna, l'abbinamento radicchio sangiovese è davvero azzeccato, la mangerei molto volentieri.

    RispondiElimina
  11. Una bellissima esecuzione e poi mi attira molto la salsa al Sangiovese! Il sapore del piatto dev'essere davvero irresistibile! A presto

    RispondiElimina
  12. Ciao Aquolina cara!
    Ti ho adorata non appena ti ho vista!
    E la tua lasagna e davvero particolare. Mi piace molto la pasta con il radicchio e la salsa al sangiovese! Un piatto che sprigiona i profumi della nostra Romagna.
    Grazie!
    Sabri

    RispondiElimina
  13. dove me lo ricordo questo abbinamento, qui sul tuo blog? perchè mi aveva già steso, tempo fa. E son troppo sicura che fosse tuta "colpa" tua...;-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails