giovedì 17 novembre 2016

Tarzan-Tiramisù

 
Sempre più folli qui all'MTChallenge! Sì, perché questo mese Susy(Coscina di Pollo) non solo ci propone uno dei dolci più amati al mondo, il Tiramisù, quanto mai difficile da personalizzare, così perfetto di suo, ma aggiunge l'ispirazione a una icona sexy della storia del cinema.
Già! E qui torno indietro di qualche anno (parecchi): per la mia famiglia il Tiramisù è sempre stato preparato con le rondelle di banane appena sotto al cacao, buonissimo, tutto grazie alla mitica zia Rosanna, bravissima in cucina e portatrice del verbo, per noi è sempre stato così, con lotte al cucchiaino per assicurarsi l'ultima porzione di dolce che si divideva in base alle rondelle.

Ora, sexy + banane, ma cosa avete pensato? Qua si parla dell'uomo scimmia più sexy del mondo, niente di meno che Tarzan! Coi suoi addominali scolpiti e quel gonnellino ghepardato svolazzante sulle liane, oltre che “quella gran culo di Cenerentola” (cit. Pretty woman) direi che pure Jane non è affatto cascata male :-P 

E ora cominciamo a preparare questo Tiramisù, ho aggiunto un caramello alla banana per aggiungere consistenza e sapore, dai che ci aiuta anche Cheeta!
 per i Savoiardi (ho usato la ricetta di MTChallenge, per me metà dose)
Ingredienti (per circa 30 biscotti)
110 g di farina 00,
50 g di fecola di patate,
125 g di zucchero,
100 g di albume d’uovo,
80 g di tuorlo d’uovo,
25 g di miele (di acacia o millefiori),
i semi di 1/2 bacca di vaniglia,
zucchero a velo.

Separate gli albumi dai tuorli.
Montate gli albumi con le fruste elettriche; quando raddoppiano di volume aggiungete in due o tre volte lo zucchero, sempre montando ed aumentando la velocità. Dopo circa 10-12 minuti saranno montati a neve ferma. Nel frattempo sbattete i tuorli con il miele, quindi unite questo composto alle chiare montate usando una spatola e con movimenti dal basso verso l’alto. Unite quindi la farina e la fecola setacciate e i semi della bacca di vaniglia, sempre con lo stesso movimento. Fate pochi movimenti, rapidi ma delicati. Pre-riscaldate il forno a 180°C.
Riempite una sac à poche con bocchetta liscia da 10-14 mm. Formate dei bastoncini lunghi circa 8 cm su una teglia coperta di carta forno e leggermente imburrata. Spolverate con lo zucchero a velo, aspettate che sia assorbito e spolverate di nuovo (servirà a far venire la crosticina superficiale). 

 

Quando li infornate lo zucchero dovrà essere completamente assorbito. Cuocete in forno già caldo (e possibilmente statico) per i primi 3 minuti con lo sportello chiuso e poi per altri 4-5 minuti con lo sportello leggermente aperto (basterà incastrare il manico di un cucchiaio di legno nella porta per mantenerla socchiusa). Sfornate e fate raffreddare completamente prima di rimuoverli dalla teglia, poiché saranno molto morbidi.

per il caramello alla banana (modificato da una ricetta di Christophe Felder)
100 g di polpa di banana,
1 cucchiaio di succo di limone,
1/2 cucchiaio di rum scuro,
50 g di cioccolato bianco,
50 g di zucchero semolato,
30g di panna.

Frullare la banana con il succo di limone e il rhum. Mettere lo zucchero in un pentolino antiaderente  con il fondo spesso e i bordi alti, cuocere fino ad ottenere un caramello chiaro, versare lentamente la panna mescolando e poi la polpa di banana frullata. Mescolare bene e incorporare il burro tagliato a pezzetti.
Versare il composto caldo sul cioccolato bianco tagliato fine e amalgamare bene. Passare il tutto con il frullatore ad immersione e poi al colino.

per la crema al mascarpone (leggermente modificata da una ricetta di Gianluca Fusto):

250 g di mascarpone,
2 uova,
80 g di zucchero semolato,
20 g di acqua,
2 cucchiai di marsala.

Separare i tuorli dagli albumi, scaldare gli albumi a bagnomaria con 40 g di zucchero fino a 65°C, poi togliere dal bagnomaria e montare con le fruste elettriche. Sempre su bagnomaria mescolare i tuorli con l'acqua e 40 g di zucchero e portare a 82°C, fuori dal bagnomaria unire il mascarpone e infine gli albumi montati, aggiungere il marsala, mescolare bene e conservare in frigorifero.

Montaggio:   Bagnare i savoiardi nel caffè leggermente zuccherato, cospargere di caramello alla banana, sopra versare metà della crema al mascarpone, sistemare le rondelle di banana sopra alla crema, cospargere di cacaco, ripetere l'operazione per il secondo strato. Conservare in frigorifero.





Zia! E' buonissimo!!! 


 



 

venerdì 21 ottobre 2016

Tapas travestite per MTC


Argomento troppo sfizioso quello proposto dall'MTChallenge di ottobre! Mai, del blog "Il colore della curcuma", ci porta, giustamente, in Spagna, casa sua, e ci sfida con le tapas, spiegandoci le differenze e i nomi appropriati. La prossima volta in Spagna faremo un figurone, e sicuramente sarà molto più divertente organizzare un aperitivo in casa con tutte le idee che stanno venendo fuori dal gruppo.
La richiesta di un tema di fondo che unisca i tre sfizi mi ha portato subito ai dolci, il mio tarlo fisso, ebbene sì, e infatti ho travestito le mie tapas salate da dolcetti, sarà un tè o un aperitivo quello che ho allestito sui piattini? Vi sfido ad assaggiare! :-D


tapa: bignè ripieni di mousse di mortadella e formaggio con pistacchi

per i bignè:
70 g di farina 00,
100 g di acqua,
60 g di burro,
2 uova,
sale.
In un pentolino versare l'acqua e il burro, aggiungere un pizzico di sale e scaldare, al primo bollore versare tutta insieme la farina e lavorare con un cucchiaio di legno per alcuni minuti ottenendo un impasto omogeneo.
Quando si stacca dai bordi è pronto.
Lasciare raffreddare. A questo punto incorporare le uova una per volta, volendo potete usare l'impastatrice con il gancio o con la k.
Con una tasca da pasticcere con bocchetta liscia formare, sopra una teglia ricoperta da carta-forno, dei mucchietti di impasto grossi come piccole noci. Cuocere nel forno già caldo a 190°C  per circa 20 o 25 minuti.
(Se avanzano dei bigné si possono farcire con crema o panna montata).

per la mousse:
150 g di mortadella,
150 g di ricotta,
sale.
Frullare insieme la ricotta con la mortadella, aggiungere pochissimo sale dopo aver assaggiato, conservare in frigorifero.

Per la presentazione fondere un poco di formaggio cremoso (io ho usato taleggio e un poco di gorgonzola)  versarlo sui bigné e cospargere con granelli di pistacchi.


montadito: pane di semola con mousse di piselli e ricotta

Tagliare dei rettangoli di pane alla semola e tostarlo leggermente (per la ricetta del pane alla semola rimando qui).

per la mousse di piselli:
200 g di piselli lessati,
75 g di taleggio,
75 g di ricotta,
poco olio,
poco sale.
Frullare insieme tutti gli ingredienti e conservare in frigorifero.
Per la presentazione inserire il composto in un sac a poche con bocchetta per Saint Honoré e disegnare delle onde sul pane, decorare con pezzetti di pomodori secchi sott'olio.


pincho: spiedino di macarons salati ai pomodori secchi

macarons:
100 g di mandorle,
100 g di zucchero a velo,
100 g di zucchero semolato,
66 g di albumi (circa 2),
30 g di acqua,
colorante alimentare in pasta rosso più giallo.
Per la ricetta rimando a questa pagina.

Per la crema di ricotta e pomodori secchi:

ricotta,
crema di pomodori secchi (oppure pomodori secchi sott'olio frullati)
sale.
mescolare insieme in parti circa uguali la ricotta con la crema di pomodori, regolare di sale e conservare in frigorifero. Farcire i macarons con abbondante crema. Infilzare sugli spiedini.

Nota: i macarons sono dolci, e il dolce si sente, ero curiosa di provare la versione salata ma non mi ha soddisfatto completamente e la prossima volta proverò un ripieno più agrodolce.



giovedì 22 settembre 2016

Gnocchi ripieni con salsiccia e radicchio


Finalmente, dopo la lunga pausa estiva, ricomincia l'MTChallenge! E fedele al detto "giovedì gnocchi" mi unisco alla valangata di ricette di oggi , non ho resistito  :-D
La sfida di settembre parte da Annarita che ci propone diversi tipi di gnocchi, ripieni, semplici e con farine diverse, io ho scelto quelli ripieni perché non li avevo mai fatti e sono molto soddisfatta del risultato, sono semplicissimi e veloci, vi consiglio di provarli.
Ho apprezzato anche l'attenzione data alle diverse cotture delle patate, molto interessante, ho adottato la cottura al microonde che è davvero comoda e veloce, come al solito, non si smette mai di imparare, leggete il suo post perhé è bellissimo e accurato.
E ora passiamo alla ricetta.



Gnocchi ripieni con salsiccia e radicchio:

600 g di patate per gnocchi,
130 g di farina 00,
1 uovo,
2 salsicce di suino,
1 scalogno,
sale.

per il condimento:
un cespo di radicchio rosso tondo,
uno scalogno,
sale.

Togliere la pelle alle salsicce, sbriciolarle con le dita e cuocerle in una padellina antiaderente senza aggiungere grassi, rosolare e unire lo scalogno pulito e tritato per farlo appassire, a cottura ultimata tritare a coltello per ottenere pezzi piccolini.

Per gli gnocchi cuocere la patate, io ho usato il metodo descritto da Annarita per il microonde:
"Lavate bene le patate ma non asciugatele servirà a non farle seccare eccessivamente in cottura. Bucare la buccia e disponete in un contenitore adatto al microonde meglio se con coperchio (io uso quelli dell’Ikea con il tappo rosso) oppure, coprire con carta da forno. Cuocete a 900W per circa 10 minuti. Ogni 3 minuti circa fermare e girare le patate. Verificare la cottura con una forchetta poi sbucciarle e passarle allo schiaccia patate. Allargatele per far uscire il vapore residuo"

Inserire poco per volta la farina e l'uovo, unire un pizzico di sale, compattare l'impasto e formare dei salsicciotti.  Prelevare una porzione di circa 20 g, appiattirla e inserire un po' di salsiccia, richiudere intorno al ripieno sigillando e formando una pallina roteando le mani. Per non fare appiccicare l'impasto al ripiano e alle mani usare farina di riso.

Per il condimento lavare e asciugare il radicchio, tagliarlo a striscioline sottili, tagliare lo scalogno a dadini. Scaldare poco olio di oliva extravergine in una padella, appassire lo scalogno, unire il radicchio e cuocere per qualche minuto, aggiungere poca acqua di tanto in tanto. Spegnere e volendo frullare una parte del condimento per formare un composto cremoso. 

Lessare gli gnocchi in acqua bollente salata, appena vengono a galla  scolarli e saltarli nella padella del condimento caldo. 




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails