giovedì 13 marzo 2014

Soufflé radicchio e Sangiovese


Mi viene da ridere perché ormai questa abbinata radicchio e Sangiovese è la mia fissa firma per gli MTChallenge salati, anzi, credo proprio che dovrò studiare anche una versione dolce per completare la mia personale monografia sull'argomento!
Questo mese Fabiana ha proposto la ricetta, e stupire lei che vive nelle più alte sfere dell'Iperuranio della cucina, a cui noi comuni mortali non è dato di accedere, è una missione impossibile, credetemi. 
Non ci resta che imparare bene la ricetta e provare questo sofficissimo soufflé, una fantastica ricetta da sfoderare nelle grandi occasioni o per coccolarsi un po'.
Tanto per complicare le cose, le giudichesse, con la scusa della scuola di cucina, la cultura gastronomica, ecc., si sono inventate un'altro ostacolo, la salsa a base di brodo con tanto di schede-studio assai ansiogene...
Io ho scelto una vellutata con brodo leggero di verdure (solo carote e scalogno, torna pure lui!) per lasciare spazio al Sangiovese vero protagonista della vellutata.
E la prima proposta è questa (perché almeno un altro lo provo di sicuro).    :-D

Soufflé radicchio e Sangiovese:

(con queste dosi ne vengono 3 piccoli)

100 ml di panna fresca,
2 uova,
1 cucchiaio di maizena,
10 g di burro + per gli stampi,
un piccolo cespo di radicchio rosso,
1 scalogno, 
parmigiano grattugiato,
sale,
pepe, 
noce moscata.

per la salsa al Sangiovese:

15 g di burro, 
15 g di farina,
100 ml circa di brodo di verdure (una carota e uno scalogno),
100 ml di vino Sangiovese,
sale.

Preparare la salsa

Pulire la carota e lo scalogno e tagliarli a tocchetti piccoli, mettere in un pentolino, coprire con acqua a filo e portare ad ebollizione, cuocere circa 15 minuti, filtrare il brodo premendo bene le verdure. 
In un pentolino sciogliere il burro, unire la farina, formare una crema (roux) e mescolare con un cucchiaio di legno, fare scurire leggermente, togliere dal fuoco. Scaldare il vino e il brodo, versare un paio di cucchiai di brodo nel roux e mescolare bene, continuare con poco liquido per volta, poi unire anche il vino e mescolare bene con una frusta, rimettere su fuoco basso e cuocere circa 15 minuti fino ad ottenere una salsa cremosa, se serve aggiungere del brodo, aggiustare di sale.

per i soufflé

Lavare e sciacquare il radicchio, tagliarlo a listarelle, saltarlo in padella con un filo d'olio e lo scalogno tritato, lasciare appassire, frullare il tutto. Imburrare generosamente gli stampi (con queste dosi ne vengono 3 monoporzione, oppure uno leggermente più grande) rivestire con parmigiano grattugiato tutte le pareti interne e conservare in frigo. Accendere il forno a 200°C. Mescolare la maizena con un poco di panna fresca formando una crema, portare la restante panna a ebollizione in un pentolino abbastanza capiente, unire la crema e mescolare fino a formare una crema densa. Lontano dal fuoco unire il burro continuando a mescolare, unire un tuorlo per volta tenendo da parte gli albumi. Unire al composto il radicchio tritato e 30 g circa di parmigiano grattugiato, aggiustare di sale, pepe e aggiungere una grattata di noce moscata. Montare a neve gli albumi e unirli con delicatezza al composto cercando di non smontarli. Versare negli stampi fino a i 2\3 e infornare per circa 15-20 minuti. E guardare la magia dal vetro! 

Servire fuori dagli stampi su un letto di radicchio e accompagnare con la salsa al Sangiovese e un bicchiere di vino!



50 commenti:

  1. Wow francy ha un aspetto delizioso!io non ho mai fatto un souffle e la cosa mi spaventa alquanto..mi sto documentando un sacco per evitare di fare dei casini... :-) un bacetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! prova questa ricetta, è perfetta, vai sul sicuro, ciao!

      Elimina
  2. Io devo ancora cimentarmi e mi sono detta "guardo solo i primi 4 o 5 altrimenti poi mi spavento e non posto più la mia proposta!" Se sono tutti come il tuo posso anche mettermi fuori concorso da sola vista la mia scarsissima esperienza in soufflè e salse complesse!
    Se radicchio e san giovese è una firma che funziona perché cambiarla? :-)
    Complimenti, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaha valentina ho pensato la stessa cosa...ne guardo pochi senò mi viene l'ansia...io non ci ho ancora provato...magari per domenica primo tentativo!
      francesca complimenti il souffle sembra ottimo e anche le foto.....sei riuscita addirittura nell'arduo compito di farle in tempo e belle!

      Elimina
    2. Valentina: Grazie ma sei troppo buona, è così per tutti, pubblica tranquilla, è un gioco, e poi il soufflé è proprio buono, la salsa in effetti ha richiesto un po' di studio :-)

      Giorgia: Grazie, ho spatasciato il soufflé prevenendo lo sgonfiamento :-D

      Elimina
  3. Radicchio e Sangiovese sono la tua firma........forte questa cosa!
    E' bello esplorare le potenzialità di un ingrediente e spingersi fino all'estremo per capire cosa funziona e cosa no, magari scoprendo l'inatteso!!!!
    In effetti potrei avere un'idea per te per quanto riguarda un dessert che completi "il tuo menù".
    Tornando al soufflé mi è piaciuta la tua intraprendenza e credo proprio che questo possa essere un tuo "signature dish"......non credo d'aver mai visto questa combinazione in un soufflé!!
    Bravissima!!!! Qualcosa mi dice che ci stai prendendo gusto:))))))
    ...e naturalmente mille grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono davvero curiosa di sapere la tua idea! ho già provato della marmellata di radicchio in Veneto... La sfida è intrigante, mi studierò ancora le salse e ripeterò di sicuro, grazie a te!

      Elimina
  4. E' venuta ansia a me solo leggendo il post...fortuna che non partecipo ;-)
    comunque il risultato è davvero invitante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, ma non siamo normali noi :-)
      Grazie mille!

      Elimina
  5. bellissimo il tuo soufflè..mi intimorite però, io sono in alto mare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no, vedrai che bello quando si gonfia in forno :-)

      Elimina
  6. se l'abbinamento è ricorrente si vede che funziona.....avvisami quando ne farai un dessert perchè sono curiosa ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono curiosa anch'io, a questo punto voglio provarci davvero :-)

      Elimina
  7. un soufflè raffinatissimo!! che brava

    RispondiElimina
  8. come si suol dire "accoppiata vincente non si cambia!" e tu hai fatto benissimo, ottimo abbinamento, baciotti e ronron Helga e Magali

    RispondiElimina
  9. Caspita che piatto super sciccoso! Complimenti davvero una piccola opera d'arte! Un bacione

    RispondiElimina
  10. che bell'aspetto invitante :)

    RispondiElimina
  11. "squadra che vince non si cambia", meno che mai se si presta così bene per valorizzare una preparazione come il soufflè, al quale dà quel tocco di incisività che di solito gli manca. Diciamo che hai aperto una strada nuova alle consuete declinazioni di sapori, che lo vogliono sempre etereo e delicato: una bella firma, insomma, di quelle con lo svolazzo.
    Attendo anch'io gli sviluppi sul dolce, visto che ormai da te ci si può aspettare di tutto..:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ricordano qualcosa gli ingredienti, vero?
      per il dolce chiederò a Fabiana, lei ha già qualche idea :-D
      Grazie Alessandra

      Elimina
  12. ottimo abbinamento e meravigliosa presentazione!

    RispondiElimina
  13. ma di cosa ti "preoccupi" Francy, finché l'accoppiata regge vai!!! e qui mi pare che regga proprio bene.. e io ti sostengo da buona romagnola, ottimo soufflé!!! bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti ingredienti romagnoli! Grazie Tiziana, bentornata :-)

      Elimina
  14. il soufflè è una di quelle preparazioni che mi ha sempre messo un sacco di timore
    direi che te la sei cavata alla grandissima :) in bocca al lupo per l'mtc, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, mette timore, ma come spesso succede, è più facile a farsi che dirsi! bacione

      Elimina
  15. Evvai! E' comunque un'accoppiata irrinunciabile..! Brava Fra, anche per la tua continuità con l'MTC!
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero? io vado avanti! Grazie, ciao!

      Elimina
  16. Radicchio e Sangiovese è un accostamento che ci manca da provare, ma sembra davvvero ottimo! Particolari e insoliti questi sufflé e la chicca della salsa è un tocca da maestro lodevole. Bravissima.
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora dovete per forza provare! bacione :-)

      Elimina
  17. ecco, io questo mese se continua così mi gioco il jolly e batto in ritirata senza partecipare...
    non solo non ho uno straccio di idea, ma sono incollata a questa ricetta come lo sarebbe un bambino alla vetrina di una bottega di dolciumi : )))
    l' accoppiata "salata" sarà ormai di casa ma funziona sempre!!!
    grande Francesca!!!
    baci!

    RispondiElimina
  18. ma è un bell'abbinamento e poi il sangiovese a me piace molto

    RispondiElimina
  19. Ognuno di noi ha degli ingredienti "ricorrenti" anche nell'MTC, ora che mi ci fai pensare, ad esempio, io riesco ad infilare il rosmarino ovunque e un pò di Molise anche!
    Questa tua firma è molto personale e sicuramente di ottimo gusto.
    Baci

    RispondiElimina
  20. Mi piace da morire! Mi piacciono gli ingredienti, gli accostamenti di sapori...e i colori!
    Ti ruberò l'ccoppiata radicchio-Sangiovese, sappilo!! :D

    RispondiElimina
  21. Sarà una tua fissa ma l'accoppiata è davvero vincente e tu sei sempre bravissima.

    RispondiElimina
  22. Molto molto interessante l'abbinata! E piacere di aver conosciuto il tuo blog ;-)
    Lidia

    RispondiElimina
  23. Beh, squadra che vince non si cambia! ;)
    A parte gli scherzi... Abbinamento spettacolare e azzeccatissimo!!
    Mi piace un sacco. Da provare.
    A presto
    Eli

    RispondiElimina
  24. Come hai ragione!! Le sfide dell'MTC diventano ogni volta più ardue e ansiogene!! Ma ci piacciono per questo! Io sto ancora rimuginando sul da farsi. Tu invece hai assestato proprio un bel colpo. Brava!

    RispondiElimina
  25. Ecco, sì: attendo la versione dolce del radicchio al Sangiovese! ^_^
    Intanto mi godo questo soufflé, che a parer mio è la fine del mondo; per il dolce si vedrà, ma se tanto mi dà tanto, riuscirai a tirare fuori un asso dalla manica!
    Un bacione carissima!

    RispondiElimina
  26. complimenti!!! Radicchio al mia passione...e il sangiovese è il giusto accompagnamento a questo fantastico soufflè!!!

    RispondiElimina
  27. A me convince eccome la tua fissa, ops, firma!! Anch'io preparo un risotto con questi ingredienti se mi dai l'ok, lo chiamerò Acquolina, d'ora in avanti...
    Attendo il dolce.....un bacione e complimenti!!

    RispondiElimina
  28. e noi ci piace la tua firma questo abbinamento è perfetto

    RispondiElimina
  29. Il radicchio non lo trovo qui nei Paesi Baschi, come strano a dirsi tante altre verdure e vederlo ora mi fa venire un'acquolina a me sembra che il tuo soufflé sia davvero super mi manca l'assaggio mannaggia ;-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails