martedì 26 novembre 2013

Torta di marroni e cioccolato con riduzione di cagnina per l'MTC


Ancora castagne, ancora MTC, eh già, come resistere al tema del mese? Le amate castagne sono finite in un altro dolce. Avevo pensato a qualcosa di salato, e di sicuro proverò qualche ricetta fra quelle proposte dalle altre partecipanti, perché davvero questo mese ce ne sono moltissime da provare ma, per quanto mi riguarda, alla fine il dolce vince sempre, e che dolce sia!
Questa ricetta viene da un librino allegato a Cucina Moderna "Dolci francesi" di Laura Washburn, molto rilassante da sfogliare per le bellissime foto e i dolci deliziosi, ho adattato leggermente la ricetta aggiungendo della farina di castagne nella pasta brisée e ho accompagnato con una riduzione di cagnina, un vino novello romagnolo che è tradizione bere insieme alle caldarroste.



Torta di marroni e cioccolato con riduzione di cagnina:

per la pasta brisée:
120 g di farina 00,
80 g di farina di castagne,
100 g di burro freddo,
2 cucchiai di zucchero a velo,
un pizzico di sale,
1 o 2 cucchiai di acqua fredda.

Lavorare con le dita il burro a pezzetti insieme alla farina, allo zucchero e al sale, unire poco per volta l'acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo e non troppo morbido, avvolgere con pellicola alimentare e conservare in frigorifero almeno 30 minuti.
Stendere la pasta brisèe e foderare uno stampo, coprire l'interno con carta forno ricoperta di legumi secchi e cuocere in forno statico a 180°C per 10 minuti, togliere i legumi e la carta e infornare di nuovo per altri 10 minuti.

per il ripieno:
200 g di castagne lessate e pulite,
200 ml di panna fresca,
3 cucchiai di burro (circa 30 g),
100 g di cioccolato fondente,
1 uovo.

Sciacquare le castagne, incidere la buccia con un taglio a croce sulla parte appuntita, lessare per circa 30-40 minuti, sbucciare le castagne ancora calde. Pesare 200 g di polpa di castagne pulita, versare in un recipiente alto e stretto e unire la panna, frullare con un frullatore a immersione o usando un frullatore.
Sciogliere il cioccolato a pezzetti al microonde o a bagnomaria e unire il burro, mescolare bene e unire alla purea di castane, unire l'uovo e sbattere il tutto, versare all'interno del guscio di pasta brisée, cuocere in forno già caldo a 200°C per circa 20 minuti. Lasciare raffreddare. Decorare con marron glacé e la riduzione di cagnina.

per la riduzione di cagnina:
1 bicchiere di cagnina,
1 cucchiaino raso di fecola di patate o di mais.

Far bollire in un pentolino il vino fino a ridurlo di circa la metà in volume, unire la fecola stemperandola bene e togliere dal fuoco. Si addensa raffreddando quindi non esagerare con la fecola. Se occorre passare al setaccio.

Note: se si sostituisce la farinna 00 con farina di riso la torta diventa gluten free perché le castagne sono naturalmente prive di glutine.


53 commenti:

  1. si vede che son proprio ignorante in fatto di vini eh... ho letto cagnina e mi son chiesta se fosse un qualche frutto dimenticato : ))))
    che sciocca...
    invece la tua torta dev' essere una cosa buonissima, la panna ed il cioccolato con le castagne formano un ripieno morbido nel guscio scroccante e poi quelle gocce di riduzione di cagnina.. perfetto per concludere un pasto autunnale.
    un dlce fatto con pochi ingredienti ma presentato in modo così raffinato che quelle povere castagne non avrebbero mai potuto immaginare che un giorno sarebbero finite in cotanto splendore!!!
    dolce, salato, qualunque sia la tua proposta è sempre una gran ricetta. che vuoi farci? sei troppo brava! : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la cagnina è un vino locale romagnolo, poco diffuso, purtroppo, aggiungo io!
      Grazie mille carissima :-D

      Elimina
  2. Una vera e propria delizia!!!

    RispondiElimina
  3. eccola qui, la cagnina!
    Dovremmo fare uno scambio culturale, una bottiglia di Ribolla per una bottiglia di Cagnina :P
    questo dolce mi sembra veramente fantasmagorico, complimenti! Castagne e cioccolato, un abbinamento sottovalutato (anche la rima...!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari, sono curiosa di assaggiare la Ribolla di cui parli!
      grazie, un bacione :-)

      Elimina
  4. WOW che chiccoseria Francy, questa crostata la vedrei perfetta nella vetrina di una pasticceria parigina :-)
    Davvero molto elegante e sicuramente deliziosa. Adoro la cagnina abbinata ai dolci. Mi ricordo che la adoravo già da piccolissima e ogni tanto ne andavo a rubare un sorsetto dalla bottiglia del papy. Dove hai trovato quelle piccole foglioline d'oro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :-)
      la cagnina è dolce e ai bimbi piace, certo, solo un pochino.
      la foglia d'oro è un regalo e la uso con parsimonia, si trova nei negozi specializzati, è oro alimentare, l'oro zecchino si mangia!

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Non l'avevo neanche mai sentito nominare quel vino. E' un vino dolce o secco ? La tua torta la trovo molto elegante...da ristorante michelin !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un vino dolce, con le castagne è un classico.
      Grazie mille!!! :-)

      Elimina
  7. E' proprio vero che il dolce vince sempre ^^ è che non si può resistere alla tentazione di mettere un dolce nelle castagne, no?

    RispondiElimina
  8. Un ripieno fantastico e poi fatto in quello stampo la crostata,...la adoro!! Un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, quello stampo mi ha attirato subito! ciao e grazie :-)

      Elimina
  9. Mamma mia che bontà! Veramente buonissima e anche l'occhio vuole la sua parte, complimenti!

    RispondiElimina
  10. Buonasera Acquolina, mi sono permessa di curiosare nel tuo blog e, visto le ricette che proponi, potresti essere interessata a partecipare ad un concorso a premi per food blogger, passa a trovarmi e dimmi cosa ne pensi, ci tengo. Naturalmente puoi anche suggerirlo ad altri blogger. Mi unisco volentieri i tuoi lettori. A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho visto, ci penserò, grazie per l'invito.
      A presto!

      Elimina
  11. ciao,
    ma che bello questo dolce, non conosco questo vino ma l'idea della riduzione d'accompagnamento mi ispira tantissimo!

    maia

    RispondiElimina
  12. Questa è pura gioia soltanto a vedere, non voglio immaginare quanto sara libidinoso!!!!
    Già la torta da per se è una combinazione vincente e in più ci aghiungi quella riduzione di cagnina.... tu ci vuoi male!!!!

    Bestiale....!mi piace assai!

    RispondiElimina
  13. cosa dire... una bomba!!! una roba unica Fra.. mi ispira davvero un sacco, l'insieme deve avere un sapore ottimo!!! bravissima, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti è sostanziosa :-)
      Grazie, un bacione

      Elimina
  14. Che bella questa torta! Proprio molto autunnale! =)
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, ormai sono in modalità "castagne" :-D

      Elimina
  15. Sbam! Svenuta! Con un dolce così sarei in visibilio... *_*

    RispondiElimina
  16. eh si! Le castagne e il cioccolato stanno proprio bene insieme! questa torta mi ispira moltissimo, semplice ma raffinata. Bravissima

    RispondiElimina
  17. Grazie cara per la specifica gluten free <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando riesco la faccio, la farina di castagne è preziosa! ciao!

      Elimina
  18. mi sono guardata tutte le tue proposte con le castagne e davvero non saprei cosa scegliere, complimenti
    bacioni
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei molto gentile!
      a presto :-)

      Elimina
  19. Stratosferica questa torta Francy! veramente bellissima! poi con quella riduzione di cagnina... una genialata! brava bravissima!

    RispondiElimina
  20. Io litigo sempre con la brisée, hai qualche consiglio da darmi? A me viene dura e difficilmente riesco a tirarla. No, perchè io questo dolce lo VOGLIO fare!!! :-)
    complimenti!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prova a mettere più acqua, questa in particolare con la farina di castagne è venuta morbida, pensavo anche troppo, ma l'ho stesa bene ed è rimasta friabile e fragrante dopo la cottura, ho usato il burro freddo e non ho accorgimenti particolari, fammi sapere!
      Grazie! :-)

      Elimina
  21. una torta che fa venire assolutamente....l'acquolina!
    Divina!

    RispondiElimina
  22. Tra tutte le torte fatte con le castagne che abbiamo visto fin ora, questa ci è sembrata la più appetitosa. Oltre alla ricetta abbiamo apprezzato molto le fotografie. Urge scambio culturale interno, tradotto, l'andiamo a preparare subito. :-)

    RispondiElimina
  23. Ecco, metti insieme castagne, cioccolato, Francia e vino novello e mi hai ai tuoi piedi!! Bravissima Francy, come sempre....bellissime foto, tesora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, tu sei sempre gentile!
      Per le foto mi sto impegnando e in effetti mi piace il risultato :-)

      Elimina
  24. io ho sempre avuto la passione per le castagne. sempre.
    vedere questa torta mi emoziona. mi piace la forma, mi piace la consistenza della crema interna, mi piace la pastafrolla....bisognerebbe essere vicine di casa: io assaggerei tutto e ti direi, dopo ripetuti e attenti assaggi, ti direi se va bene o no. penso che mi ci vorrebbero diverse fette per essere sicura sicura....e poi il resto me la potrei portare a casa!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe così bello essere vicine, e potremmo dividerci le calorie per non ingrassare troppo :-D
      un bacione

      Elimina
  25. Mamma mia che buona, mamma mia che buona, mamma mia che buona... Ma quanto sei brava, Francy???

    RispondiElimina
  26. Uhhh...che torta pazzesca! Credo che sia per me in assoluto la più buona che abbia visto finora a base di castagne. Eccezionale, me la segno, devo farla :)

    RispondiElimina
  27. golosissima :-) adoro le castagne

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails